Cos’è il Bitcoin?


Il Bitcoin è attualmente tra le tre criptovalute più famose sul mercato. Ad oggi ci sono circa più di 3000 criptovalute e aumentano di giorno in giorno. Il Bitcoin è la cruptovaluta pioniera del settore. Anche se puoi stampare i Bitcoin, sono comunque classificati come moneta virtuale.

Dopo la crisi finanziaria del 2008, causata in gran parte dalle banche, il desiderio di una moneta non inflazionistica è diventato molto più grande. Il BitCoin è proprio quel tipo di valuta. Fino ad oggi, gli stati o le banche decidevano con quale valuta bisognava pagare in questa o in quella città. Quindi la valuta era determinata dagli stati, e i cittadini e le compagnie dovevano accettarlo.

Una banconota è fondamentalmente un pezzo di carta in cui è stampato qualcosa per dargli un “valore”. Questa carta stampata non vale nemmeno pochi centesimi. Quando una banconota da 100 € è accettata da società e compagnie, è questo che le da il suo valore, e adesso potrà essere accettata come metodo di pagamento con un valore concordato. Allo stesso modo funzionano le criptovalute come il Bitcoin. Attraverso l’accettazione sociale la valuta ottiene il suo valore. Sul Bitcoin stanno ancora lavorando su questo punto, ma sono già sulla strada giusta e hanno ottenuto degli ottimi progressi. Nel frattempo grandi aziende come Apple, Windows, Amazon, e persino alcune società di viaggi accettano il BitCoin come metodo di pagamento.

Cosa rende speciale il BitCoin?

Rispetto alle altre valute, i Bitcoin sono accessibili al pubblico. Non sono controllati da alcuno stato o dalle banche. Quindi persone che non hanno l’opportunità di aprire un conto bancario, adesso hanno un alternativa. Un’altra caratteristica e probabilmente la ragione per cui i Bitcoin potrebbero stabilirsi sul mercato, è il fatto che la valuta è al sicuro dall’inflazione. La ragione di questo è che solo una certa quantita di Bitcoin è messa in circolazione. ( Per gli esperti in materia: Ogni 10 minuti, esattamente 50 Bitcoin sono messi in circolazione ). La distribuzione di Bitcoin è iniziata nel 2009. Ogni 4 anni, la distribuzione di BTC viene dimezzata. Dal 2017, solo 12,5 BTC vengono messi in circolazione ogni 10 minuti.

Come ottenere Bitcoins?

Ci sono molti modi per “guadagnare”, o acquistare Bitcoin. Da un lato, c’è il cosiddetto Bitcoin Mining che però non è più redditizio, a meno che non disponi di un computer davvero potente (un cosiddetto Bitcoin Rig), e accesso a elettricità a basso costo. Il modo più facile ( e probabilmente il più economico ) per ottenere Bitcoin è semplicemente comprarli. Quando lo fai, presta attenzione ai truffatori e compra solo su piattaforme di fiducia o vai direttamente alla homepage ufficiale. Inoltre, è opportuno tenere d’occhio l’attuale valore con il quale i Bitcoin vengono negoziati, in quanto il loro prezzo continua a fluttuare molto.

Chi ottiene i Bitcoins appena distribuiti?

I Bitcoin appena distribuiti non vengono venduti direttamente, ma vengono utilizzati come una forma di pagamento per i minatori di Bitcoin. Con i loro computer, risolvono problemi aritmetici e algoritmi per crittografare i dati. In teoria tutti possono diventare minatori di Bitcoin per ottenere la loro quota di BitCoin appena distribuiti, ma nel frattempo i problemi aritmetici sono cosi complessi, che un normale computer non può risolverli. I computer specializzati (i cosiddetti BitCoin Rigs) consumano un sacco di energia, per cui possono essere gestiti in modo efficiente in paesi dove l’energia elettrica è economica. Ad esempio, a causa dell’utilizzo di energia vulcanica, c’è un surplus di energia elettrica in Islanda, portando cosi a bassi prezzi l’elettricità.

La gamma commerciale di Bitcoin

Nel 2013, un Bitcoin non valeva nemmeno 100€. Ma ciò è cambiato rapidamente. Alla fine del 2013, un BitCoin improvvisamente valeva più di 500€. 2015, il valore del Bitcoin cadde notevolmente,in quanto i membri della società si sono separati e l’incertezza creata ha portato ad una perdita di valore. Dallo scorso anno a giugno (2016), il BitCoin è aumentato da 500€ a oltre 2000€ e più. Il prezzo per il quale un Bitcoin è scambiato è ancora molto volatile, soprattuto prima e dopo importanti decisioni politiche o finanziarie riguardanti le criptovalute.

Vendere Bitcoin

Ci sono numerose piattaforme dove puoi vendere i tuoi Bitcoin. Anche se non tutti sono legittimi, e con l’interesse crescente e con l’accettazione ottenuta delle criptovalute in un più amplio pubblico, purtroppo i truffatori sono alla caccia di soldi facili. Ahimè, quando vendi Bitcoin usa la homepage ufficiale, o piattaforme di trading verificate e attendibili. Fortunatamente, vendere Bitcoin è facile. Aspetta un buon momento (buono significa che il valore è su un alto livello), scegli la quantità desiderata di Bitcoin che vuoi vendere e, ta-da, hai fatto un affare.

L'esperienza con Bitcoin

I vantaggi con i Bitcoin sono evidenti. Sono sicuri (di nuovo, fai attenzione ai truffatori!), liberi dall’inflazione, e possono essere usati intorno al mondo per il trading. Inoltre, il valore dei Bitcoin è aumentato negli ultimi anni con una fine non ancora in vista.